Al CAR in calo i prezzi di clementine e uva. La buona domanda di carciofi e cavolfiori trascina in alto i prezzi.

ortaggi_misti_d4

Guidonia, 25 novembre 2016. Le attività del Mercato Ortofrutticolo del Centro Agroalimentare Roma, sono risultate nella media. Riguardo all’andamento dei prezzi, in particolare si sono osservati cali per clementine, uva bianca Italia e ananas. Negli ortaggi invece, sono aumentati i prezzi di carciofi, cavolfiori romaneschi, cardi, cime di rapa, fagiolini piatti vedi, lattughe cappuccio e peperoni. Contrazioni per bietole da costa, melanzane, pomodori e zucchine.

AGRUMI
Sono proseguite le contrazioni per le clementine comuni (0,80 €/kg), di cui continua ad essere disponibile in mercato molto prodotto. Prezzi invariati, invece, per arance Navelina (0,80 €/kg per il calibro 8) e pompelmi; per quest’ultimi la richiesta risulta maggiormente orientata verso il prodotto cipriota (1,00 €/kg) rispetto a quello israeliano (1,10 €/kg).

FRUTTA
Non si sono osservate significative variazioni per la frutta fresca, ad eccezione dei ribassi di 20 centesimi che hanno interessato l’uva bianca Italia (2,00 €/kg per il prodotto extra), presente in grandi quantità. Sostanzialmente stabili mele e pere. Tra la frutta esotica, l’ananas, i cui quantitativi sono aumentati rispetto alla scorsa settimana, ha subìto un calo di 30 centesimi (0,90 €/kg).

ORTAGGI
I carciofi, la cui domanda si mantiene sostenuta, hanno registrato un rialzo di 15 centesimi per i violetto tema (0,70 €/kg). La buona richiesta ha determinato rialzi di 10 centesimi per il cavolfiore romanesco (0,90 €/kg), lattughe cappuccio (0,90 €/kg) e cardi (0,60 €/kg). In aumento di 20 centesimi le cime di rapa (1,00 €/kg) ed i fagiolini piatti verdi (2,00 €/kg). Sono invece in calo di 10 centesimi i prezzi delle bietole da costa (0,60 €/kg). Dopo i rialzi della scorsa settimana, i prezzi delle melanzane hanno mostrato un rientro di 20 centesimi a 1,80 €/kg. I peperoni hanno registrato rialzi di 50 centesimi, che hanno portato i prezzi, già su livelli elevati, sui 2,20 €/kg. Relativamente ai pomodori, di cui è presente prodotto di serra, si sono osservate flessioni di 20 centesimi per datterini e tondi rossi a grappolo, di 30 centesimi per i costoluti tipo Merinda e di 1,20 €/kg per i tondi sardi; in rialzo di 10 centesimi solo i Piccadilly. Rientri anche per i prezzi delle zucchine che si mantengono comunque su livelli elevati: in particolare, cali di 30 centesimi per le scure lunghe (1,50 €/kg) e di 50 centesimi per le romanesche con fiore (3,00 €/kg).