I consumi limitati mantengono in basso i prezzi ortofrutticoli

frutta_giugno_d4

Guidonia, 17 giugno 2016. Le attività del Mercato Ortofrutticolo del Centro Agroalimentare Roma, sono state caratterizzate anche questa settimana da poche commercializzazioni. È confermato il livello elevato dei prezzi dei limoni. Nella frutta alcuni cali hanno interessato le albicocche, le nettarine spagnole e le fragole del Trentino. Relativamente agli ortaggi, restano su livelli bassi i prezzi di melanzane e zucchine e si registrano nuovi ribassi anche per fagiolini, pomodori, e meloni retati.

AGRUMI
Campagna del tarocco ormai terminata, con il prezzo delle arance che si attesta sui 0,50-0,70 €/kg. Il prezzo dei limoni si mantiene su livelli elevati (2,00-2,30 €/kg).

FRUTTA
Le albicocche hanno mostrato flessioni di 20 centesimi, con prezzi che si attestano sui 2,00 €/kg. In calo di 10 centesimi le nettarine a pasta gialla spagnole di calibro AA. Il prezzo delle pesche è invece rimasto sostanzialmente stabile (1,80-2,00 €/kg per il prodotto nazionale di calibro AA). Il prezzo delle susine Red Beauty della Spagna si è mantenuto su 1,20-1,50 €/kg. Stabilità anche per i prezzi delle ciliegie Durone, che si attestano su 3,00-3,50 per il calibro 26-28. Le fragole del Trentino hanno invece subìto una contrazione di 5,00-5,50 €/kg, pur mantenendosi su alti livelli. Relativamente all’uva da tavola, si registra un ribasso di 20 centesimi per la Black Magic della Sicilia.

ORTAGGI
I fagiolini hanno mostrato cali fino a 2,50 €/kg per il prodotto raccolto a mano (3,00-4,00 €/kg). In contrazione di 0,20-0,50 centesimi anche i fagiolini piatti verdi laziali (1,00-1,50 €/kg), in corrispondenza dell’aumento della produzione nazionale. Stabili i prezzi dei meloni, ad eccezione del calo di 0,10 centesimi che ha interessato il prodotto siciliano di calibro minore, ormai a termine. Tra i pomodori, si sono registrate flessioni di 0,20 centesimi per il cuore di bue di provenienza nazionale (0,60-0,80 €/kg), per il quale si è osservato un incremento della produzione. Si mantiene critica la situazione del pomodoro a grappolo con prezzi molto bassi (0,60-0,80 €/kg), soprattutto a causa dell’eccessiva produzione in Olanda. Le melanzane, si mantengono su prezzi contenuti (0,80-1,00 €/kg). Su livelli bassi anche le zucchine, sia quelle costolute con fiore (0,60-1,00 €/kg) che le scure lunghe (0,60-0,80 €/kg).