E’ GIUGNO: LA MELANZANA

Si chiama Solanum melogena. Inizialmente era chiamata petonciana e poi melangiana. Significativo che venisse letto come “mela non sana” proprio perché non poteva essere consumata cruda. E’ una pianta erbacea che può arrivare ad un metro di altezza. Molto belli i fiori che possono assumere un colorito violaceo o restare bianchi. I frutti sarebbero le bacche grandi, allungate o rotonde con una tonalità che va dal nero al violaceo più o meno chiaro e più o meno striato od omogeneo.

Una bacca molto amata nel centro e sud Italia che si prestano ad essere interpretate come primo o secondo piatto ma anche come antipasto o contorno.

I primi paesi produttori di melanzane a livello mondiale sono la Cina, l’India e l’Iran. In Europa, i principali produttori sono l’Italia, la Spagna e la Romania.

Quale scegliere? In Italia si contano tante varietà. Molto nota la tonda di Firenze che si distingue per il coloro viola chiaro. Tonda e scura la Palermitana ed ancora siciliana è la Violetta lunga. Di Napoli invece la Violetta dal gusto acceso e leggermente piccante. La Violetta Messinese ha forma ovale e colorito viola intenso. Consigliata per chi non ama i semi e preferisce un gusto dolce.