Fave, piselli e carciofi. Al CAR è tempo di vignarola!

Vignarola

Guidonia, 14 aprile 2017. La vignarola è un piatto della tradizione romana, che rappresenta una filosofia familiare.  E’ la ricetta di casa ricca di prodotti di stagione, proveniente dalla campagna, una miscela di ingredienti primaverili, simbolo della rinascita della natura dopo il freddo invernale. Carciofi, piselli, insalata e fave…tutti ingredienti che si trovano negli orti, vicino alle vigne (con buona probabilità da qui il nome vignarola). Un piatto che conserva la tradizione della cucina romana, ancora di più della campagna romana. Un piatto che ha dentro di sé la poesia di tempi passati, che ritornano vivi ad ogni primavera e che si adatta a ciò che l’orto offre, regalando profumi e sapori sempre diversi.

Ingredienti: per 4 persone:
200 gr di fave scafate e spellate
200 gr di piselli scafati
2 carciofi romaneschi
2/3 cipollotti
200 gr di pancetta stagionata (o guanciale in base alle preferenze)
1 lattuga
olio evo
1 bicchiere di vino bianco secco
sale qb
pepe qb
aglio 1 spicchio
qualche foglia di mentuccia

Procedimento
Si inizia col mondare i carciofi, togliendo le foglie dure e la peluria interna. Farli a spicchi e metterli in una padella con abbondante olio, uno spicchio d’aglio e foglie di mentuccia. Dopo due minuti di cottura a fuoco vivo, aggiungere mezzo bicchiere di vino, farlo sfumare e aggiungere mezzo bicchiere d’acqua. Abbassare il fuoco e fate cuocere ancora per 10 minuti. In un’altra padella di ferro, mettete a soffriggere a fuoco sostenuto i cipollotti precedentemente tagliati sottili, con un cucchiaio di olio evo e la pancetta tagliata a listarelle. Quando i cipollotti saranno di un bel color biondo, aggiungere i piselli e le fave, abbassare il fuoco e fare cuocere per 10/12 minuti. Aggiungere poi i carciofi e fate cuocere ulteriormente per altri 4/5 minuti. Infine aggiungere la lattuga tagliata a piccoli pezzi e cuocere ancora per altri 4/5 minuti. Ricordarsi di mescolare più volte gli ingredienti durante la cottura con un cucchiaio di legno. Appena spento il fuoco, si procede con un’abbondante spolverata di pepe macinata all’istante e, buon appetito!

PUBLIC2.0a.deamicis2015042212581520150508144234