Funzioni

Funzioni del Centro Agroalimentare Roma

Nel Centro Agroalimentare Roma lavorano numerose aziende di grossisti e produttori dei comparti ittico ed ortofrutticolo, che commercializzano ortofrutta e pesce all’ingrosso, garantendo approvvigionamenti giornalieri di merce (soprattutto fresca) a prezzi di mercato ai mercati rionali di Roma, ai componenti della Grande e della Distribuzione Organizzata in genere (GDO – DO), a segmenti della ristorazione, hotel, catering (Ho.re.ca), a piccoli supermercati, alle mense della città di Roma, della provincia e dei territori di Regioni limitrofe, più significantemente di Umbria, Abruzzo, Toscana.

Tra le funzioni di primaria importanza ricoperte dal Centro Agroalimentare Roma abbiamo:

La formazione del prezzo:

A seguito di un’alta concentrazione di contrattazioni e di scambi di grandi quantità di prodotti freschi il Centro influisce sulla formazione dei prezzi – già resi competitivi attraverso la concorrenza interna tra i produttori agricoli e tra gli stessi grossisti. Inoltre la Società di Gestione redige dei Listini Prezzi sia per il mercato Ortofrutticolo che Ittico, sulla base di un rilevamento costante delle contrattazioni tra acquirenti – grossisti.

Valorizzazione dell’agricoltura locale:

Un’importante azione strategica che si sta portando avanti da alcuni anni è la valorizzazione del prodotto locale come : il carciofo romanesco, chiamato anche mamma, mammola o cimarolo, la zucchina romanesca, puntarelle di cicoria, pomodoro di trevignano, finocchio romanesco ecc... Questa azione permetterà in futuro di valorizzare l’economia e la competitività del territorio laziale, dando la possibilità alle aziende ed ai produttori di ampliare il loro bacino di clienti. Inoltre i clienti potendo trattare direttamente con i produttori all’interno del Centro hanno la possibilità di usufruire della “filiera corta”.

Tutela igienicosanitaria:

Mediante l’impegno dei presidi sanitari interni altamente professionali il Centro effettua dei controlli giornalieri a vista e di laboratorio su campioni di derrate, nonché rigorosi monitoraggi su pesce e ortofrutta destinati al consumo. Tutela della qualità e della freschezza: Il CAR attraverso la professionalità di chi sposta e lavora le derrate, attraverso alla funzionalità degli impianti e delle tecnologie riesce ad essere anche uno strumento di vigilanza della qualità e della freschezza. La funzione di controllo della qualità e del rispetto delle norme di tutela in vigore è affidato alla Agecontrol, società per azioni interamente pubblica che dal maggio 2006 ha sostituito l’istituto per il Commercio Estero (ICE).

Attività di stoccaggio:

Il CAR per offrire un’adeguata e sicura conservazione delle merci in attesa di essere vendute, distribuite o trasformate ha creato al proprio interno delle centrali di refrigerazione e delle celle frigorifere.

Lavorazioni e trasformazioni:

Presso il CAR alcuni operatori effettuano anche lavorazioni e preparazioni di tipo industriale per confezioni di verdure, insalate, frutta pronta, prelavate, sbucciate, cellophanate e con condimento a disposizione, note come “IV gamma”.

Servizi Aggiuntivi:

I servizi offerti dal CAR come polo logistico non si fermano esclusivamente a quelli connessi all’attività commerciale ma vanno oltre, ad esempio esistono dei servizi di consegna al punto vendita, all’interno dei mercati esiste uno sportello bancario, c’è un Centro Ingressi che monitora costantemente il personale/operatori che entrano al mercato, ci sono diversi punti di ristoro, una pompa di benzina, un’officina altamente qualificata per la riparazione di automobili e autocarri ecc...

Agricoltura Biologica:

All’interno del CAR dal 2007 è operante una piattaforma distributiva/trasformativa regionale per le produzioni da agricoltura biologica di vario genere, l’attività svolta comprende la lavorazione, lo stoccaggio ed la refrigerazione di prodotti BIO.

Green Impact:

Al fine di migliorare la eco sostenibilità e soprattutto l’efficienza del Centro è stata creata una rete di pannelli solari all’interno del mercato. Grazie a questo cospicuo investimento si riesce a produrre un quantitativo energetico pari ad 1/5 del fabbisogno complessivo riducendo le emissioni di Co2 di circa 2000 ton/anno. Inoltre mediante l’ausilio di tecniche, procedure e strumenti di raccolta differenziata e attraverso la collaborazione di società specializzate nelle pulizie, raccolta e smaltimento rifiuti, il CAR riesce a smaltire l’ingente quantità di rifiuti non creando danno all’ambiente.


L’assetto organizzativo, la divisione dei ruoli e la configurazione gerarchica interna a CAR, sono state elaborate proprio per fornire risposte tempestive e qualificate alle diverse esigenze poste giornalmente dagli operatori del Centro Agroalimentare Roma, dalla loro clientela, più in generale dal mercato.