L’assessore Meloni in visita al CAR riapre il discorso sullo sviluppo dell’infrastruttura

Giammaria_Meloni_Pallottini

IMG-20170118-WA0012Roma 17 gennaio 2017. Con il suo Assessore allo Sviluppo Economico, al Turismo ed al Lavoro, il Comune di Roma ritorna a dedicare il suo interesse politico, le attenzioni amministrative della sua Giunta e un’autorevole collaborazione istituzionale per una  prossima ed ulteriore ripresa dello sviluppo edilizio, infrastrutturale e dei servizi alle imprese nel Centro Agroalimentare Roma. La visita di Adriano Meloni presso la Città dei commerci di via Tenuta del Cavaliere – ufficiale nelle premesse, ma informale e anzi cordiale e amichevole nella fase del sopralluogo alle strutture commerciali e logistiche, come in quella di dialogo e confronto intorno ad un tavolo di lavoro – è  rapida. Ma non sbrigativa o rituale. Bensì, piena di considerazioni, di riflessioni e di informazioni reciproche, che sia l’Assessore economico della Giunta Raggi, sia lo staff dirigenziale del Centro Agroalimentare Roma, hanno concordemente definito utile, istruttiva e proficua, “innanzitutto per la città e per il rilancio delle sue economie. Ma anche e non meno per la qualità e l’efficienza dei più qualificanti servizi di interesse pubblico messi a disposizione dei cittadini di Roma, dell’hinterland e della regione”. Laureato in Affari Internazionali alla George Washington University, con un master in Business Administration ottenuto in Francia, Meloni ha espresso compiacimento ed esplicita ammirazione per le prestazioni d’eccellenza del Car che gli sono state precisamente illustrate dal presidente Walter Giammaria e dal Ceo Fabio Massimo Pallottini. Com’è noto il Comune di Roma è un azionista della holding CAR Scpa, che con bilanci in robusto attivo da anni, è la società proprietaria e conduttrice del più importante mercato all’ingrosso italiano. Ma, da esperto di economie gestionali, Meloni ha anche chiesto spiegazioni, punti di vista, opinioni su due vecchie e delicate vicende dell’urbanistica romana – il deliberato trasferimento del Mercato dei Fiori e del Centro Carni all’interno del Centro Agroalimentare di Roma – che collegherebbero in un circuito virtuoso di sviluppo il completamento degli assetti infrastrutturali del Car e valorizzazioni immobiliari vantaggiose per le casse comunali. Senza sbilanciarsi in impegni definitivi e ufficiali, l’Assessore si è detto interessato e anzi già impegnato a sbloccare queste due vecchie partite. Ha altresì ribadito l’interesse del Comune per il buon funzionamento del Car e ha annotato con interesse le notizie sul prossimo svolgimento del Congresso mondiale degli Agromercati all’ingrosso (il “Wuwm” si riunirà a Roma dal 17 al 19 maggio): “Importante occasione di internazionalizzazione economica – ha detto – che il Comune di Roma patrocinerà con molto piacere…”.