Archivio notizie

29 Luglio 2022

Food Hub a Roma: i Mercati all’Ingrosso e rionali insieme per garantire la qualità e la sicurezza dei prodotti ittici

Consolidare il rapporto tra il mercato all’ingrosso e le attività al dettaglio per valorizzare la freschezza, la qualità e la sicurezza dei prodotti ittici locali. È […]
29 Luglio 2022

LA BORSA DELLA SPESA DEL 29 LUGLIO

Nella Borsa della Spesa di questa settimana ancora molto calda, ottimo rapporto qualità/prezzo per le albicocche italiane, ideali anche per preparare delle conserve visto la dolcezza […]
23 Luglio 2022

Dal CAR i consigli per difendersi dal caldo mangiando frutta e verdura

Dal CAR i consigli per difendersi dal caldo mangiando frutta e verduraarticolo20150814Dal CAR i consigli per difendersi dal caldo mangiando frutta e verduraFrutta_verdura

Guidonia, 14 Agosto 2015. Il caldo si sa, è il più pericoloso dei nemici estivi della salute, specie di bambini ed anziani.  Allora cosa fare per affrontarlo facilmente senza controindicazioni? Gli esperti suggeriscono di reiterare bevute di acqua fresca lontano dai pasti e di consumare costantemente e abbondantemente frutta e verdura, fonti di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi, fondamentali per mantenere l'organismo in efficienza e combattere il rischio di colpi di calore.

Infatti, frutta, ortaggi, verdure a foglia verde e addirittura il peperoncino fanno resistere meglio all'afa. Inoltre, non bisogna dimenticare anche l'effetto dissetante di carote e pomodori per superare la sete. Poi 17 calorie per 100 grammi, i pomodori regalano all' organismo un buon apporto di fibre, vitamine ei sali minerali in particolare fosforo, calcio e magnesio. La lattuga dà volume e potere saziante con un apporto calorico minimo e assicura un certo apporto di vitamine, calcio, fosforo e potassio. Inoltre è ricca di vitamina che protegge il sangue dalle intossicazioni da smog ed è valida per i disturbi di cuore e della circolazione.

Partendo poi dal criterio base di evitare cibi pesanti che rendono la digestione lenta e faticosa, d'estate il consiglio è di mangiare pasta al pomodoro fresco, pesce, riso, frutta, verdura e poco olio. Ma la prima "arma alimentare" per difendere la salute e il benessere in estate è l'ortofrutta fresca di stagione, cruda, cotta, al vapore, bollita o alla griglia. Innanzitutto, perché contiene fibre e acqua, ha effetti reidratanti, rinfrescanti, energetici, disintossicanti ed è ricca di vitamine e di sali minerali.
E' bene sapere però che, se la verdura si cuoce, i principi nutrienti restano nell'acqua, che andrebbe riutilizzata per brodi e altre cotture. Le verdure a foglia verde racchiudono clorofilla energetica e disintossicante. Perciò, è meglio non scartare le foglie esterne dei cespi di colore più scuro, forse meno tenere delle parti interne, ma con più clorofilla.

Anche il retrogusto amaro di certi prodotti vegetali (radicchio, rughetta, pompelmo, arancia, lime) garantisce effetti rinfrescante. E malgrado quanto si è portati a pensare, pure il peperoncino, assunto con misura, può essere utile contro il calore, perché quale vasodilatatore favorisce la sudorazione, ed attenuando la temperatura corporea aiuta ad avvertire l'afa con minor fastidio.

Oltre ad aiutare l’organismo a combattere la sensazione di calore, visto che l’estate coincide con la stagione delle nuotate al mare, una corretta alimentazione nutre la pelle e favorisce la tintarella. Carote, radicchio, cicoria, peperoni, meloni gialli: questi per i nutrizionisti gli alimenti giusti per abbronzature sane e durature. Per una tintarella perfetta, grazie alla vitamina A che difende sia gli occhi che la pelle dai raggi solari e stimola la produzione di melanina la carota non ha eguali. Poi radicchio, albicocche, cicoria, lattuga, melone giallo, sedano e fragole, peperoni e pomodori, pesche gialle, cocomeri, ciliege, che sono ricchi vitamina A o "caroteni".

Con questi piccoli accorgimenti, si soddisfano le esigenze del nutrirsi e dissetarsi, recuperare i sali minerali persi nel sudore, rifornirsi di vitamine, mantener efficiente l'intestino con apporti di fibre, opporsi ai radicali liberi prodotti dall'esposizione al sole, rinvigorirsi, restare in forma e non ingrassare.

Il problema però è che proprio a causa delle alte temperature, frutta e verdura rischiano di marcire molto prima di essere consumate.  Per questo il Centro Agroalimentare Roma, ha voluto pubblicare una guida che possa facilitare la conservazione di prodotti ortofrutticoli tra le mura domestiche. Senza dimenticare prima di optare per acquisti ridotti e ripetuti nel tempo, acquistare i frutti con il giusto grado di maturazione, non appassiti e con aspetto turgido, preferire frutta e verdura di stagione che hanno tempi di maturazione naturali, prediligere frutti interi come melone e cocomero che si conservano più a lungo, fare la spesa poco prima di tornare a casa ed evitare così di lasciare troppo a lungo la frutta e verdura in macchina e al sole ed infine, di riporre i cibi nel sedile posteriore dell’auto invece che nel bagagliaio.

Per scaricare, stampare e consultare la scheda di conservazione dell’ortofrutta, cliccare sul seguente link:

Tabella conservazione prodotti ortofrutticoli.pdf
PUBLIC8.0a.deamicis2014061111412520150831165600
22 Luglio 2022

LA BORSA DELLA SPESA DEL 22 LUGLIO

Nella Borsa della Spesa di questa settimana caldissima c’è davvero l’imbarazzo della scelta tra tanta ed ottima frutta estiva italiana. Ancora le albicocche, ma anche le […]
20 Luglio 2022

Il Peperone

PeperonePeperonePeperone

Caratteristiche
Il peperone (Capsicum annum L.) viene coltivato nelle regioni a clima temperato e caldo. Maggiori produttori mondiali sono Cina, Indonesia, Corea del Sud, Nigeria, Turchia e Spagna. In Italia, le regioni maggiormente interessate dalla coltura sono la Sicilia, la Puglia, la Campania ed il Lazio.
Il peperone (Capsicum annum) è un ortaggio originario delle regioni tropicali e subtropicali dell'America Centrale, che iniziò a diffondersi in Europa solo dopo la scoperta dell'America. Secondo alcuni studiosi il centro di partenza della diffusione di questo vegetale è il Brasile, secondo altri la Giamaica. Del peperone si consuma il frutto, che è una bacca carnosa verde, gialla o rossa; all'interno del frutto si trova la capsicina, alcaloide che conferisce a questo ortaggio il caratteristico sapore piccante.

Varietà
I peperoni sono molto variabili per dimensioni, forme, colore e spessore. Quelli verdi sono i peperoni raccolti prima della piena maturità (se invece fossero lasciati sulla pianta diventerebbero gialli o rossi secondo la varietà), possiedono una polpa carnosa e un sapore dolce; quelli rossi hanno una polpa croccante, spessa e zuccherina; i gialli sono succosi e teneri.

Come sceglierlo e conservarlo
Gialli, rossi, verdi: la differenza di colore non corrisponde ad una sostanziale differenza di sapore; diverso è il discorso per quanto riguarda le varietà in relazione al tipo di preparazione. Per una peperonata o una “ratatouille” vanno bene tutte le varietà; se invece si vogliono arrostire è meglio sceglierli grossi e carnosi; quelli tondeggianti sono ideali per essere farciti, mentre i "friarelli dolci" (piccoli peperoni verdi lunghi e sottili molto utilizzati nella cucina del Meridone italiano) sono ottimi fritti. Prima di acquistarli accertarsi sempre che siano lucidi, sodi al tatto e con la pelle ben tesa e privi di ammaccature.

Perché fa bene alla salute
La caratteristica principale del peperone è il suo elevato contenuto di vitamine A e C (di quest'ultima ne contengono più degli agrumi); inoltre per il basso contenuto calorico è indicato nelle diete dimagranti. Le varietà dolci sono le preferite dai consumatori, per la migliore digeribilità e appetibilità. Le varietà piccanti vengono invece negate a chi soffre di ulcera o iperacidità gastrica.

Nel Lazio
Il Lazio vanta una varietà pregiata di peperone, saporita, facilmente digeribile e dal gusto qualitativamente superiore, cioè, il “peperone cornetto” di Pontecorvo (Frosinone) in attesa della Denominazione di Origine Protetta.

 

falsefalsefalsefalsefalsetruetruefalsetruefalsefalsefalse
PUBLIC1.0a.deamicis2013030415582920130304155829
15 Luglio 2022

LA BORSA DELLA SPESA DEL 15 LUGLIO

Nella Borsa della Spesa di questa settimana le albicocche italiane presenti soprattutto con le varietà tardive: la “coda” di quelle precoci, più mature, è ideale per […]
8 Luglio 2022

LA BORSA DELLA SPESA DELL’8 LUGLIO

Nella Borsa della spesa di questa settimana le angurie, un prodotto ideale da consumare in queste giornate molto calde, ottimo da gustare soli ma anche in […]
20 Giugno 2022

Bando di Gara relativo alla procedura aperta per affidamento dei servizi di gestione e mantenimento della certificazione ISO 9001:2015, ISO 45001:2018, ISO14001

In data odierna è stato pubblicato in G.U.R.I.  il bando di gara relativo alla procedura aperta  per l’affidamento dei servizi di gestione e mantenimento della certificazione ISO […]
17 Giugno 2022

UN APERITIVO O UN SECONDO DI PESCE? ALICI FRITTE DORATE

Noi vogliamo proporvi questo piatto che può essere consumato seduti, con un contorno di insalatina di campo in cui aggiungerete qualche spicchio di cedro o di […]
15 Giugno 2022

Su Corriere Ortofrutticolo, Fabio Massimo Pallottini ha approfondito il tema della crisi alimentare e delle conseguenze sull’intero settore.

10 Giugno 2022

E’ GIUGNO: IL COCOMERO

Sale la temperatura e sempre più si ha voglia di qualcosa di fresco, da bere oltre che da mangiare. Questo mese vi proponiamo il re dei […]
10 Giugno 2022

LA BORSA DELLA SPESA DEL 10 GIUGNO

Nella Borsa della Spesa di questa settimana, le ciliegie sono tra le protagoniste del mercato. Qualità in aumento per il prodotto nazionale, con l’arrivo di varietà […]